Salumi da cuocere: cotechini, zampone, cappello del prete

cotechino-con-lenticchie

Nellla tradizione piacentina sono davvero numerosi i salumi che vengono consumati dopo la cottura. Cotechini, Cappello da prete, salame da cotta e zampone e salsicce sono adatti al carrello dei bolliti e si accompagnano bene con purea di patate o lenticchie. Tutti i nostri salumi da cuocere hanno un contenuto di sale ridotto, sono finemente aromatizati con erbe e spezie naturali. Consigliamo l’abbinamento con vini rossi.

Il cotechino, un piatto anche per l’estate!

L’impasto del cotechino tradizionalmente si otteneva dai tagli meno pregiati che non venivano utilizzati per la lavorazione del salume. Noi abbiamo voluto valorizzare questo prodotto utilizzando i tagli migliori insieme alle classiche, immancabili cotenne. Ideale per il periodo invernale da accompagnare a purea o lenticchie, il cotechino non teme nemmeno la stagione estiva: a Pianello Valtidone infatti è storica la festa del cotechino, dove nel pieno mese di agosto vengono serviti panini imbottiti con il classico cotechino valtidonese da 100 gr.

Cotechino: Localmente questo si chiama salame da cotta ed è disponibile in formato da 750gr. Disponibile anche in formato precotto.

Cotechino di Pianello: dallo stesso impasto si ottiene il prodotto tipico formato locale da 100gr ideale per imbottire panini e batarö

Altri salumi da cuocere

Nel periodo natalizio nel nostro salumificio produciamo anche altri due salumi da cotta:

Zampone: si ottiene dallo stesso impasto del cotechino ma viene insaccato nella classica zampa del maiale.

Cappello del prete: piatto tipicamente natalizio ottenuto dall’impasto del cotechino insaccato in 2 lembi triangolari di cotenna cuciti tra loro.

Consigli per la cottura

Sia per lo zampone che per il cappello da prete vale il consiglio di metterli in ammollo prima della cottura per alcune ore a seconda della consistenza della cotenna e di forarli durante la prima ora di cottura. L’eventuale rottura non pregiudica assolutamente la bontà del prodotto. Immergere lo zampone in acqua fredda, tassativamente non salata. Appena raggiunto il bollore lasciare cuocere il prodotto a fuoco lento per circa due ore e un quarto, tre ore a seconda delle dimensioni. Comunque accertarsi con una forchetta che il prodotto sia ben cotto, è fondamentale! Terminata la cottura si consiglia di lasciare riposare in acqua di cottura per alcuni minuti. Prima di servirlo è bene lasciarlo evaporare su un piatto per pochi minuti.